Nuova ricetta per le Fette ai cereali Mulino Bianco

Le fette biscottate sono tra i prodotti più longevi di Mulino Bianco, come lo stabilimento che le produce. Rubbiano Bakery le sforna da quasi 60 anni.

0
4

Le fette biscottate sono da sempre tra i prodotti più iconici di Mulino Bianco, ideali da spalmare o da inzuppare, perfette per accompagnare le giornate di tantissimi italiani. Un prodotto molto amato, che viene portato in tavola da oltre 18 milioni di famiglie (fonte NielsenIQ, Mercato Italia Totale Anno 2023) e di cui Mulino Bianco è leader di mercato (fonte NielsenIQ, Mercato Italia dato a Valore Totale Anno 2023), in grado di trainare la categoria grazie ad un continuo lavoro di innovazione e un costante impegno in comunicazione.
Le fette del brand che da quasi 50 anni accompagna la prima colazione degli italiani sono sfornate nello stabilimento storico di Rubbiano, in provincia di Parma, attivo dal 1965 ma con lo sguardo proiettato verso il futuro, grazie al sostegno di continui investimenti: solo nel 2024 è stato stanziato un budget di circa 3 milioni di euro per attività legate ad innovazione e miglioramento continuo. Le fette biscottate nascondono, dietro la loro semplicità, una tecnologia tra le più complesse e richiedono estrema attenzione in ogni fase di lavorazione, dall’impasto alla lievitazione, dalla cottura alla tostatura fino al confezionamento. Sono necessarie sedici ore per realizzare una fetta, perché sia friabile e croccante ma al contempo resistente, soprattutto quando spalmata con la marmellata.
Proprio da Rubbiano arriva la nuova ricetta delle Fette ai Cereali Mulino Bianco, la prima referenza del mercato delle fette biscottate in Italia nel segmento delle speciali con 1,4 milioni di famiglie acquirenti e oltre 2.300 tonnellate vendute, pari a oltre 7 milioni di confezioni, per un fatturato generato di 14 milioni di euro (fonte NielsenIQ, Mercato Italia Totale Anno 2023).

Una nuova ricetta per le Fette Biscottate ai Cereali

Cereali che scrocchiano, distribuiti più omogeneamente all’interno della fetta per una migliore esperienza di gusto e maggiore friabilità. Sono queste le caratteristiche della nuova ricetta delle Fette ai Cereali Mulino Bianco, disponibili a scaffale a partire da metà maggio. Rimangono il classico spessore generoso e sono realizzate con il 100% della farina di grano tenero da agricoltura sostenibile, ottenuta applicando il disciplinare della Carta del Mulino. Alla base del restyling vi è un costante processo di ricerca per intercettare e soddisfare i desideri dei consumatori. Nate nel 1995 come ‘’Fette ai 5 Cereali’’, sono state protagoniste di diversi upgrading e restyling nel corso degli anni, tra cui l’aumento di spessore nel 2006 e l’arricchimento con nuovi cereali nel 2019, sino ad arrivare agli attuali 8 (riso, avena, farro, grano duro, grano tenero, mais, orzo, segale).

La storia delle Fette Biscottate Mulino Bianco

Le Fette Biscottate più amate dagli italiani nascono nel 1962, inizialmente sotto il marchio Barilla, per poi diventare nel 1975, anno della nascita del brand, uno dei prodotti di maggior successo di Mulino Bianco e anche quello in cui la marca ha la quota di mercato più alta. Dal lancio delle prime referenze ad oggi, Mulino Bianco si è affermata infatti non solo per i suoi prodotti iconici, ma anche grazie ad una promessa di marca visionaria, basata sulla volontà di alimentare la fiducia in un mondo migliore, attraverso la gioia del cibo ben fatto. Questa visione si coniuga perfettamente negli oltre 60 anni di storia di Fette Biscottate, caratterizzate da un continuo miglioramento. L’expertise di Mulino Bianco ha dato forma a numerose ricette e gusti: nel 1978 nascono le Integrali; nel 1995-1996 prendono vita le Cinque Cereali e Malto d’orzo; nel 1997 vengono lanciate le Fette al Cacao Magro; nel 2013 arrivano sul mercato le Rustiche e in quegli anni le fette Dorate e Integrali si fanno più spesse risolvendo il problema della rottura quando spalmate; è del 2015 il lancio delle Dolcifette, mentre nel 2016 viene eliminata dalla ricetta di tutte le fette l’olio di palma e nel 2017 arrivano le Fette con 100%  farina integrale. Nel 2020, infine, nascono nuove referenze come le MiniFette e le Rigate che spingono il consumo della categoria anche su un target più giovanile. È invece recente il miglioramento di prodotto delle Fette Integrali che nel 2023 hanno raggiunto una nuova croccantezza per una colazione ancora più buona. Oggi oltre l’80% delle Fette Biscottate Mulino Bianco sono realizzate con farina di grano tenero da agricoltura sostenibile.

Mina protagonista dei primi spot delle fette biscottate

A segnare la storia delle Fette anche la tv, con spot celebri rimasti nell’immaginario collettivo. Nel 1970 è Mina a portare in tavola le iconiche fette in uno spot che mostra la ricca colazione della diva con Fette Biscottate Barilla gustate con burro e marmellata. Negli anni ‘80 è una ragazza con la chitarra in un bucolico campo di grano a ricordare che le fette sono nate dalla terra con amore, sulle note di Bruno Lauzi. Negli anni 2000 ci immergiamo nel mondo fiabesco di “Alice nel paese delle fette biscottate”, dov’è imbandita una colazione da favola con le Fette Mulino Bianco. Da ricordare anche il Mugnaio Banderas che nel 2014-2015 racconta il suo sogno di realizzare una fetta “ancora più spessa e quindi più facile da spalmare”, fino ai più recenti filoni di comunicazione con i soggetti delle MiniFette, le Fette Rigate e il racconto di miglioramento delle Fette Integrali.

Rubbiano Bakery, dove vengono sfornate più di 3 miliardi di Fette Biscottate all’anno

Lo storico stabilimento di Rubbiano, situato a 40 km da Parma, sforna dal 1965 croccanti fette biscottate e golosi grissini che accompagnano le giornate di tantissimi italiani. Mulino Bianco esegue ogni giorno oltre 100 controlli sui 63 ingredienti che vengono impiegati in 17 ricette, per offrire prodotti semplici e genuini. 7 linee produttive e oltre 250 dipendenti sono impegnati nel produrre ogni anno circa 33.000 tonnellate di specialità, in un plant che rappresenta la prima decisione imprenditoriale rivolta ai siti produttivi al di fuori delle mura cittadine di Parma, una scelta coraggiosa e lungimirante. Rubbiano Bakery si conferma uno stabilimento longevo, così come longevi sono i prodotti che sforna da quasi 60 anni, da sempre attento anche alla sostenibilità. Negli ultimi dieci anni lo stabilimento ha ridotto il consumo di acqua necessario al processo produttivo del 38% e ottenuto un progressivo miglioramento nella gestione dei rifiuti andando a riciclare nel 2023 il 99,5% dei rifiuti prodotti.

Mulino Bianco è la marca leader in Italia nei prodotti da forno [i claim di leadership devono essere veri, dimostrabili, accurati e attuali. Inoltre, occorre inserire sempre la fonte che supporta tale leadership). La sua offerta è composta da oltre 130 prodotti e comprende biscotti, dolcetti, pani morbidi, pani secchi, fette biscottate, merende, torte e snack.
Nel corso degli anni Mulino Bianco ha saputo conquistare intere generazioni con comunicazioni emozionanti, prodotti capaci di conquistare per il gusto unico e un’offerta completa, in grado di rispondere alle più svariate abitudini alimentari e ad ogni momento della giornata, diventando un riferimento, in particolare, per la colazione degli italiani. 
Dal lancio dei primi biscotti nel 1975 ad oggi, Mulino Bianco si è affermata sul mercato italiano non solo per i suoi prodotti iconici, ma anche grazie ad una promessa di marca visionaria, basata sulla volontà di alimentare la fiducia in un mondo migliore, attraverso la gioia del cibo ben fatto. Per Mulino Bianco questo vuol dire impegnarsi a migliorare i prodotti non solo nel gusto, ma anche in termini di:
– sostenibilità: Mulino Bianco ha lanciato La Carta del Mulino, un disciplinare per la coltivazione sostenibile del grano tenero che riguarda oltre 100 prodotti della marca, utilizza 100% confezioni riciclabili, acquista 100% energia elettrica da fonti rinnovabili. 
– miglioramento nutrizionale: Mulino Bianco è impegnata a migliorare i prodotti, ottimizzando anno dopo anno le ricette per ridurre i grassi, grassi saturi, zucchero e sale e aumentare il contenuto di fibra/farina integrale 
– qualità: Mulino Bianco investe sulla sicurezza alimentare e sulla qualità delle materie prime e, quando possibile, predilige filiere corte.
Mulino Bianco è una delle marche del Gruppo Barilla, azienda familiare presieduta dai fratelli Guido, Luca e Paolo Barilla. 
Per ulteriori informazioni: www.mulinobianco.it

Fonte: Horecanews.it