Eataly: accelerano le nuove aperture e continua la crescita di ricavi e margini nel 2023

0
2

Il Consiglio di Amministrazione di Eataly S.p.A., azienda che rappresenta l’enogastronomia italiana di qualità nel mondo, ha approvato il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2023.
Nel solo 2023 il Gruppo ha aperto cinque nuovi punti vendita: il terzo store a New York ed il secondo a Toronto, entrambi inaugurati nell’ultimo trimestre dell’anno, a cui si aggiungono tre nuove aperture in Italia (Serravalle Designer Outlet, Aeroporto di Milano Bergamo-Orio al Serio e all’interno della stazione ferroviaria di Roma Termini, quest’ultimo inaugurato alla fine del mese di novembre), arrivando ad un totale di oltre 50 punti vendita nel mondo.
L’esercizio 2023 si chiude con risultati in forte crescita e con un miglioramento di tutti i principali parametri economici e finanziari.
•    Ricavi consolidati a 656 milioni di Euro, con una crescita del 9.0%, per 54 milioni di Euro,
rispetto al 2022.
•    Ricavi consolidati dei punti vendita a perimetro omogeneo in crescita del 7,4%, per 41 milioni di Euro, rispetto al 2022 a cambi costanti.
•    Ricavi nel mercato Nord-Americano pari a oltre il 60% dei ricavi totali e in crescita del 9,2%
sul 2022.
•    EBITDA consolidato 41,1 milioni di Euro, in aumento del 61% sul 2022 (+15,6 milioni di Euro)
e più che raddoppiato rispetto al 2019.
•    EBITA consolidato 13,7 milioni di Euro, in incremento di 16,2 milioni di Euro vs 2022, quando era negativo per 2,5 milioni di Euro.
•    Il risultato netto consolidato, impattato da circa 22 milioni di Euro di oneri straordinari non ricorrenti, in linea con le previsioni, è negativo per circa 28 milioni di Euro, in miglioramento per 0,7 milioni di Euro rispetto all’anno precedente.
•    Posizione Finanziaria Netta Adjusted consolidata pari a 44 milioni di Euro a fine 2023, in continuo miglioramento rispetto ai 94 milioni di Euro del 2022.

Eataly  conferma di essere un punto di riferimento dell’eccellenza enogastronomica italiana nel mondo, un marchio che ha ridefinito il modo di rappresentare il made in Italy non solo all’estero, ma anche in Italia. – commenta Andrea Cipolloni, Group CEO Eataly La crescita dei ricavi e dei margini è arrivata in anticipo rispetto ai nostri piani iniziali e rappresenta per Eataly un segnale positivo ed un’accelerazione del percorso di sviluppo intrapreso. Nel nostro  futuro prevediamo, infatti, di continuare a crescere e migliorare la redditività rafforzando la presenza di Eataly nei mercati in cui è già molto forte e proseguendo nello sviluppo dei prodotti a marchio Eataly , grazie anche a un eccellente team di manager che contribuirà ad accelerare lo sviluppo di un brand unico al mondo. Vogliamo inoltre continuare ad investire in nuove aperture, sia in gestione diretta sia in concessione, rappresentando sempre più una finestra unica nel mondo per i produttori italiani di eccellenze locali”.

Eataly
Eataly è una realtà unica che si pone da sempre l’obiettivo di valorizzare l’eccellenza enogastronomica italiana nel mondo. Attiva nella distribuzione e commercializzazione di prodotti di alta qualità, integrando nell’offerta produzione, vendita, ristorazione e didattica, Eataly  è la sola azienda italiana del food retail realmente internazionale, oltre che un simbolo del cibo italiano e, più in generale, del made in Italy. Dal 2023 il Gruppo è partecipato al 52% da Investindustrial, società di investimento indipendente leader in Europa, affiancatosi ai soci storici Eatinvest (famiglia Farinetti), Clubitaly (società il cui maggiore azionista è TIP – Tamburi Investment Partners S.p.A.) ed alla famiglia Baffigo-Miroglio. Eataly conta attualmente più di 5.000 dipendenti e oltre 50 punti vendita distribuiti in 15 Paesi del mondo, fra cui Italia, Stati Uniti, Canada, Emirati Arabi Uniti, Giappone, Germania, Gran Bretagna, Francia, Svezia, Turchia, Corea del Sud e Arabia Saudita. Sta attuando un significativo piano di nuove aperture in alcune delle principali città del mondo.