Mulino Bianco apre le fabbriche delle merende di Cremona, Ascoli Piceno e Melfi

0
20

Aprono le porte le Fabbriche delle Merende Mulino Bianco di Cremona, Ascoli Piceno e Melfi per le 30 famiglie vincitrici del concorso Sorpresine Collection, che nel 2023 ha raggiunto oltre 4 milioni di italiani . Il primo weekend si è svolto la settimana scorsa a Cremona, e seguiranno gli altri due in cui i vincitori andranno alla scoperta dei segreti di alcuni dei prodotti più iconici del brand e avranno l’occasione di tornare bambini con attività e installazioni pensate per il divertimento di tutta la famiglia. Le Sorpresine, d’altronde, sono un “cult”: quasi tutti gli italiani le conoscono (94,7%), un italiano su 2 ha ancora oggi una Sorpresina a casa e sono tra gli oggetti più collezionati e scambiati dai giovani cresciuti negli anni ‘80 (37,2%), come emerge dall’indagine AstraRicerche per Mulino Bianco .

LA FABBRICA DELLE MERENDE DI CREMONA, ASCOLI PICENO E MELFI

Quale modo migliore, dunque, per riaccendere una passione che unisce bambini di ieri e di oggi, di un viaggio alla scoperta dei luoghi dove nascono le famose merende Mulino Bianco?

Nello stabilimento di Cremona, prima tappa degli eventi al via l’11-12 maggio, Mulino Bianco sforna da oltre 40 anni specialità dolci e salate: i soffici PlumCake, le Camille e i golosi Cornetti farciti, ma anche l’inimitabile Pan Bauletto e le Pagnottelle. Il sito si distingue per 8 linee produttive all’avanguardia: come l’innovativa cottura al vapore che caratterizza la linea dedicata alla produzione dei Cuorcake e Mooncake.  Sulla superficie complessiva di 255.000 m2, trovano origine 32 ricette originali, per una capacità produttiva di 73.000 tonnellate/anno. Vengono effettuate complessivamente 115. 000 analisi all’anno su prodotto finito, materie prime e materiali di imballaggio per garantire al consumatore un prodotto buono e sicuro. Tutto questo è reso possibile grazie all’impegno giornaliero di circa 300 dipendenti. Per quanto concerne l’impegno per la sostenibilità, in 10 anni, lo stabilimento ha visto un risparmio del 36% di acqua e del 21% di co2.

Ascoli Piceno – secondo appuntamento degli Eventi Sorpresine in programma il 18-19 maggio – è il sito produttivo da sempre all’avanguardia nella produzione dei prodotti da forno, che ha saputo rialzarsi dopo la violenta alluvione del 2011. Dal 1981, anno in cui è nato il plant, ad Ascoli Piceno, Mulino Bianco prepara Crostatine e Tartelle, Nastrine, Plumcake, Baiocchi e il Pancarrè, con 19 ricette originali. Vengono effettuate 50.000 analisi all’anno su prodotto finito, materie prime e materiali di imballaggio per garantire al consumatore un prodotto buono e sicuro. Su una superficie di 105.000m2 si sviluppano 5 linee produttive, per una capacità produttiva di 58.000 tonnellate/anno. Nello stabilimento sono impiegati circa 200 dipendenti. Negli ultimi 10 anni, il risparmio di acqua è stato pari al 10%, mentre in termini di co2 è stato pari al16%.

Melfi – tappa conclusiva degli eventi Sorpresine in programma il 25-26 maggio – è un sito produttivo all’avanguardia del centro Sud-Italia. Situato a circa 60 Km da Potenza, lo stabilimento è testimonianza dell’impegno di Barilla nello sviluppo del Sistema-Paese e nella progressiva riduzione dell’impatto ambientale. Negli ultimi 10 anni, il risparmio di acqua è stato pari al 42% e quello di CO2 pari al 27%. È in questo stabilimento, che si estende su un’area di 202.000 m2, che nel 1986 sono nati Tegolino e Soldino. Negli anni, la produzione si è arricchita con le Fette Biscottate, i Flauti, i Biscotti e il Pan Bauletto, fino ai più recenti Pancakes e le nuove Fisarmoniche, rendendo Melfi uno degli impianti produttivi più attivi e all’avanguardia del Sud Italia. Ogni giorno vengono effettuati più di 5.000 controlli di qualità sui prodotti finiti e 200 sulle materie prime. In totale vi sono 8 linee dedicate a 20 ricette differenti, con una capacità massima di 83.000 tons/anno. Tutto questo è reso possibile grazie all’impegno giornaliero di circa 350 dipendenti.

TORNARE BAMBINI RENDE FELICI, GRAZIE ALLE SORPRESINE MULINO BIANCO

A guidare le famiglie alla scoperta degli stabilimenti produttivi saranno in prima persona tutti coloro che giorno dopo giorno lavorano in stabilimento per rendere possibile la magia e il Mastro Sorpresiere. Non mancherà il momento della merenda, firmata Mulino Bianco, ma ci sarà anche spazio per una mostra dedicata alla storia delle Sorpresine e a tante altre sorprese per tutta la famiglia. Il giorno successivo, è previsto un tour della città prescelta, alla scoperta delle attrazioni del territorio.

SORPRESINE MULINO BIANCO, 40 ANNI DI STORIA

“Tornare bambini ci rende felici” è il claim della campagna che nel 2023 ha celebrato con una iniziativa di marca i 40 anni dal lancio della prima collezione Sorpresine del 1983: una narrativa dedicata alla bontà dell’infanzia, per riscoprire momenti genuini e sorprendenti. Emozioni che i genitori possono rivivere alla Fabbrica delle Merende con i loro figli. La collezione 2023 ha voluto infatti riaccendere l’entusiasmo di tutti coloro che non hanno mai smesso di desiderare un oggetto iconico e al contempo suscitare la stessa attesa e gioia nei bambini di oggi. Lo storico marchio che da quasi 50 anni accompagna gli italiani durante svariati momenti della giornata continua a creare nuove occasioni di incontro e di gioco insieme, coinvolgendo tutta la famiglia.

Fonte: Horecanews.it