Ice Tonka: il gelato che combatte il riscaldamento globale

0
110

La passione per il gelato, l’amore per il territorio, la rivendicazione delle proprie radici pontine e un’educazione basata sulla consapevolezza del valore etico delle proprie azioni sono le fondamenta sulle quali il gelatiere Valerio Esposito ha edificato Tonka, gelateria artigianale di Aprilia, che dal 2010 a oggi si è distinta non solo per la qualità del suo prodotto, ma anche per la funzione divulgativa che è stata portata avanti con costanza.

La determinazione nella crescita quotidiana, fatta di studio e confronto con grandi colleghi, la coerenza di pensiero e il codice etico che la famiglia gli ha tramandato hanno permesso a Valerio di conseguire importanti riconoscimenti: dalla vittoria nel 2016 del campionato regionale del Gelato World Tour a quella del  Festival del Gelato Artigianale nel 2020, dal  Premio per la Valorizzazione delle Produzioni Locali nella Guida del Gambero Rosso 2023 sino all’ottenimento dei Tre Coni sulla Guida delle Migliori Gelaterie 2024 del Gambero Rosso. Membro e convinto sostenitore dell’associazione Gelatieri per il Gelato, movimento di valorizzazione della cultura del gelato artigianale che si fa promotrice di un condiviso codice etico, Valerio lavora oggi avendo al suo fianco tutta la famiglia. Il papà Umberto, grande pasticcere, realizza tutta la linea della pasticceria fredda di Tonka, la moglie Jennifer Boero, abile cioccolatiera, lo affianca selezionando le migliori materie prime e bilanciando i diversi gusti che ogni stagione innovano la vetrina e infine, a supervisionare il tutto, la mamma di Valerio, Anna Rainone che con il suo sorriso e la cordialità accoglie una clientela sempre più affezionata e curiosa. “L’artigianalità non è solo un metodo di produzione ma è il frutto dell’amore, della ricerca, della cura del dettaglio,” sostiene Valerio,” Attraverso un prodotto artigianale si racconta una storia, e la storia legata al gelato è quella delle sue materie prime che narrano il territorio e la bellezza di un ecosistema che giorno dopo giorno continua a donare vita. Ecco perchè ho voluto che il mio gelato fosse anche un veicolo di sensibilizzazione a temi di sostenibilità ambientale oltre che di divulgazione culturale”.  Il 2024, con i gusti di Ice Tonka e il sostegno a Lega Ambiente, sarà dedicato alle tematiche legate al riscaldamento globale e allo stato di sofferenza dei nostri ghiacciai alpini come degli altri, che rappresentano fonte di vita per l’intero ecosistema del pianeta.

Valerio Esposito

ICE TONKA E LA SALVAGUARDIA DEI GHIACCIAI

Quando nel 2021 Valerio Esposito ha esposto il progetto di utilizzare il suo gelato artigianale come strumento di un piano quinquennale di sensibilizzazione ambientale, l’idea sembrava perlomeno ambiziosa, e invece l’intuizione della potenza del gelato come strumento divulgativo è stata efficace. Nel 2021, con la proposta di gelati legati agli alberi da frutto,  si è parlato di inquinamento ambientale e di etica del lavoro nelle piantagioni aderendo alla piattaforma Treedom che ha consentito la piantumazione di alberi da frutto nei diversi continenti; nel 2022 BeeTonka, una carrellata di gelati a base miele in collaborazione con l’azienda apistica Ape d’Oro di Aprilia e l’adozione di alcune delle loro arnie,  ha acceso il riflettore sull’importanza delle api nella tutela della biodeversità per la sopravvivenza del nostro ecosistema e nel 2023 i gelati SeaTonka, ispirati al mare e alle sue coste hanno incentrato l’attenzione sulla tutela dell’habitat marino e delle coste attraverso una donazione alla onlus PlasticFree. La stagione 2024 vuole aprire una finestra su una delle sfide più urgenti che bisogna affrontare nel XXI secolo: il riscaldamento globale e lo scioglimento accelerato dei ghiacciai. Il delicato equilibrio tra la neve che si accumula durante l’inverno e il disgelo estivo è stato compromesso dall’innalzamento delle temperature medie e quelle immense distese di ghiaccio che per secoli hanno rappresentato icone di maestosità e stabilità, stanno ora sperimentando un rapido declino con conseguenze su larga scala: variazioni del regime idrico con conseguente danno all’agricoltura, instabilità ambientale e dissesto idrogeologico, impatto sulla biodiversità tipica degli habitat alpini e non da ultimo un enorme danno economico a tutto il comparto legato al turismo alpino. È stata ideata una linea di gusti dedicati ai quattro ghiacciai alpini in serio pericolo che sono Adamello, Marmolada, Forni e Monte Bianco che verranno degustati nelle scuole elementari durante una serie di giornate didattiche pensate per sensibilizzare i bambini su questo tema: “La nostra responsabilità più grande è garantire un futuro sostenibile alle nuove generazioni – spiega Valerio. “Non possiamo sottrarci a questo compito che è la prova più importante dei nostri tempi”. Inoltre, verrà fatta una donazione a Legambiente e alla sua Carovana dei Ghiacciai, sempre in cammino per monitorare lo stato di salute dei giganti alpini. Queste sono le tappe di IceTonka che chiuderà la stagione estiva a settembre con un grande evento che vedrà all’opera grandi artisti nella disciplina delle sculture di ghiaccio.  A partire da maggio, la vetrina di Tonka vedrà sfilare ogni mese i gusti della montagna declinati in chiave classica, cremolato e monoporzione, a sottolineare le diverse consistenze del freddo.

Ad aprire le danze, in degustazione a maggio, sarà Adamello, un gelato alla crema di sidro di mele con uvetta reidratata nella grappa di montagna,
Giugno omaggerà la Marmolada con un gelato a base di Burro di malga, fiori e fieno d’alpeggio
Luglio stupirà con Forni, gelato di ricotta affumicata e lamponi fermentati proposto anche in chiave cremolato
Agosto ci porterà a spasso nelle foreste alpine con il gelato Monte Bianco, a base di infuso di Funghi secchi di montagna e cioccolato bianco monorigine

LA VETRINA DI TONKA PRIMAVERA/ESTATE 2024

Territorio, sostenibilità e identità sono i tre capisaldi del gelato artigianale di Tonka, che gli sono valsi i Tre Coni sulla Guida delle Migliori Gelaterie 2024 del Gambero Rosso. “È un riconoscimento desiderato e perseguito quotidianamente che non rappresenta un traguardo, ma uno sprone e una responsabilità a continuare a lavorare facendo ricerca, a promuovere il territorio e a selezionare sempre le migliori materie prime per garantire un prodotto buono, sano ed etico” afferma Valerio EspositoTrenta gusti vestono una vetrina che ogni anno propone sapori nuovi e inediti. “Ieri i clienti erano abituati a chiedere i soliti gusti, oggi sono curiosi. Si avvicinano chiedendomi quali siano le novità. Forse hanno imparato a conoscermi e sanno che mi diverte andare alla scoperta di nuovi sapori e abbinamenti insoliti, ma sicuramente il messaggio più forte è che si fidano andando oltre le proprie abitudini perchè confidano in un prodotto sano.” E così accanto agli evergreen di questa gelateria, come Vacanze romane, con vaniglia del Madagascar, stracciatella di pistacchi e salsa al lampone (un gusto romantico che Valerio e Jennifer hanno studiato per ricordare i tempi da fidanzati, di quando lei ligure scendeva nella capitale da turista) agli imperdibili gusti di cioccolato che Valerio, anche esperto selezionatore di fave di cacao (che sua moglie trasforma in deliziose creazioni nella loro cioccolateria artigianale bean to bar Divino)  propone in diverse monorigine anche quattro nuovi gusti rinnovano l’offerta di questa stagione. Sogno di primavera, con la sua nuance lilla chiaro che nasce dall’unione di un infuso di ibisco, a base acqua, e uno di camomilla, a base latte, è un gelato delicato e avvolgente in cui la nota della camomilla, persistente sul finale, dona carattere e intensità. Considerato un elisir di lunga vita con le sue preziose proprietà antiossidanti, curative e medicamentose il te matcha assume le note croccanti e i sentori di frutta secca nel gusto Matcha Latte Crock. Imperdibile per i golosi e i coffe lovers è lo Specialty Fruit Caffè Tomassi. Risultato dell’amicizia con il talentuoso Emanuele Tomassi, vincitore quest’anno al Sigep del campionato italiano di tostatura, questo gusto, con le ricche aromaticità dello specialty coffee Tomassi  unite alle note dolci e acidule del frutto della passione,  è come una passeggiata in luoghi noti che porta a scoprire posti diversi. L’ultima novità, nata da una piacevole sorpresa contenuta nella mistery box della competizione Sigep gelato d’Oro di quest’anno, il gelato al Cassis, fresco e acidulo a ricordare un cesto di frutti di bosco.

Immancabile poi, la raffinata linea di pasticceria fredda prodotta da Umberto Esposito, noto pasticcere dell’agro pontino e padre di Valerio. Le sue torte gelato sono realizzate con una camicia esterna di semifreddo, un interno di gelato, glassa e granelle, tutte su base croccante con cereali e cioccolato per conferire croccantezza. Quest’anno accanto all’immancabile Vacanze romane con semifreddo vaniglia, gelato al pistacchio e glassa al lampone,  e ai best sellers tra le torte come la richiestissima Opera, con crema arricchita al caramello che richiama la crema catalana, un semifreddo alla nocciola e la copertura di granella di nocciola, e alla personale interpretazione della Sette Veli che alterna  uno strato di mandorla di Toritto alla gianduia con glassa specchio al cioccolato, troviamo le tante novità disponibili anche in monoporzione come  il Sogno di Primavera.

ph.credits: Alberto Blasetti

Fonte: Horecanews.it