Rum Diplomatico: ”Vi dimostreremo che il rum è perfetto anche d’estate. Grazie al Daiquiri”

0
6

Anche Rum Diplomatico è stato protagonista di una delle serate “fuori Roma Bar Show” nella capitale: al Freni e Frizioni si è tenuto un sideshow che ha unito tre eccellenze dei World’s 50 Best Bars (oltre al Freni e Frizioni, numero 33 della classifica, il Röda Huset di Stoccolma, (n° 31) e il Sin + Tax di Johannesburg (n° 94), i cui barman si sono ritrovati al bancone del noto locale romano per proporre i loro signature drink basati sulle referenze Planas, Reserva e Mantuano di Diplomatico.

L’evento da Freni e Frizioni di Roma si è inserito nella strategia di comunicazione avviata dalla multinazionale Brown-Forman, proprietaria di Diplomatico, per rafforzare la presenza del marchio in Italia, come racconta in questa intervista Giulia Tagliabue, brand manager Italia di Diplomatico Rum.

Giulia Tagliabue, qual è la strategia di comunicazione di Diplomatico in Italia?

A partire dall’acquisizione di Rum Diplomatico da parte di Brown-Forman, nel gennaio 2023, stiamo lavorando alla crescita del marchio in Italia, dove ha tantissime potenzialità. Ad oggi la referenza principale è Reserva Exclusiva, classico rum scuro, ma abbiamo un ventaglio di diversi prodotti che vogliamo far conoscere.

Partiamo dalla prima.

Per Reserva Exclusiva, la strategia passa dalla presenza in eventi di settore come il Roma Bar Show e serate speciali in locali di alto livello e di indiscussa fama, parte dei “50 Best” come appunto il Freni e Frizioni, in linea con l’immagine che Diplomatico vuole comunicare, per mostrare la versatilità di questo rum attraverso i loro cocktail. Da giugno, invece, partiremo con un nuovo tour di eventi rivolti al target consumer e incentrato su Diplomatico Planas, l’unico rum bianco di categoria super premium.

Ovvero?
Sarà un tour di dieci tappe in tutta Italia, chiamato significativamente Daiquiri Night, con cui racconteremo Planas appunto attraverso il Daiquiri, che è un po’ il “signature cocktail” di questa referenza. L’obiettivo? Far leva su un rum bianco di altissima qualità (Planas è invecchiato fino a sei anni) per destagionalizzare il consumo di questo distillato, tradizionalmente considerato un prodotto invernale, almeno nella versione scura.

Punterete ancora sulle competizioni?
Sì, continuiamo a organizzare Artisans of Taste, che ormai da tre anni mette alla prova non solo la creatività ma anche la capacità dei concorrenti di applicare pratiche virtuose e sostenibili in linea con la filosofia del brand, che abbraccia la sostenibilità come un dei propri valori fondanti. L’edizione 2024 prenderà il via a giugno con le selezioni per poi entrare nel vivo da settembre con la vera e propria competition.

In particolare, quali sono gli elementi su cui puntate per differenziare la comunicazione di Diplomatico rispetto alla concorrenza?
Premesso che oggi non è facile differenziare la propria comunicazione di brand, in un mondo in cui tutti cercano le stesse cose, Diplomatico punta ad affermare il posizionamento elevato dei suoi prodotti realizzando eventi in locali di alto livello e coinvolgendo guest di fama internazionale, purché siano vicini ai valori del marchio sul piano della sostenibilità e dell’artigianalità. Com’è stato per il “fuori Roma Bar Show” al Freni e Frizioni, dove molti degli ingredienti impiegati al bancone sono realizzati in casa e con un approccio il più possibile zero waste.

Fonte: Horecanews.it