Mondelēz International Italia premiato da UNHCR per l’Inclusione dei rifugiati

0
205

Il Gruppo Mondelēz International in Italia ha ricevuto il riconoscimento ‘Welcome. Working for refugee integration’ da UNHCR Italia, per essersi distinta favorendo l’inserimento professionale dei rifugiati.

‘Welcome. Working for refugee integration’ – lanciato nel 2017 dall’UNHCR in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, da Confindustria, da Global Compact Network Italia, e dall’Associazione Italiana per la Direzione del Personale (AIDP) e giunto alla sesta edizione – è un progetto con il quale UNHCR Italia favorisce l’integrazione delle persone rifugiate nel mercato del lavoro promuovendo il più ampio coinvolgimento del settore privato in collaborazione con le istituzioni e con le organizzazioni della società civile, rivolgendosi quindi a tutti gli attori del mondo del lavoro.

Dal 2021 il Gruppo Mondelēz International in Italia si impegna nell’ambito dell’inclusione sociale al fianco di NEXT – l’Associazione che aiuta persone in difficoltà ad uscire dallo stato di fragilità attraverso il lavoro. Attraverso il progetto Aula 162 – che prevede la realizzazione di corsi di formazione finalizzati all’inserimento lavorativo in diverse regioni – l’azienda ha dato l’opportunità di fare esperienza lavorativa a tempo determinato, presso i propri stabilimenti di Capriata d’Orba (AL) e Caramagna Piemonte (CN), a 5 persone che hanno frequentato percorsi di riqualificazione professionale. Nel corso del 2023, i contratti di 2 persone sono stati trasformati a tempo indeterminato, a dimostrazione dell’impegno concreto del Gruppo Mondelēz International in Italia per promuovere una crescente inclusione sociale attraverso il lavoro.

Siamo orgogliosi di aver ricevuto questo importante riconoscimento da UNHCR, come testimonianza del significativo impegno del Gruppo Mondelēz International in Italia per favorire l’inclusione e la diversità. Grazie alla partnership con Associazione Next, abbiamo avuto la possibilità di conoscere da vicino le esigenze lavorative di persone rifugiate in Italia e da questa nuova consapevolezza è nata la volontà di intraprendere i primi inserimenti lavorativi.” – Dichiara Silvia Bagliani, Presidente e Amministratore delegato di Mondelēz International in Italia – “ Da un’attività nata come esperimento, la collaborazione è diventata oggi un solido programma che si lega a doppio filo alla nostra strategia di sostenibilità sociale volta a creare comunità lavorativa inclusiva e che riesca a valorizzare l’unicità di tutte le persone che contribuiscono al successo della nostra azienda.”

Da sx Olga Lo Conte, Federica Benedini e Roberta Candileno, People Team MDLZ Italia

Nel 2024, la collaborazione tra il Gruppo Mondelēz International in Italia e Associazione NEXT si è ulteriormente ampliata, grazie allo svolgimento di attività di volontariato di competenza. Un gruppo di dipendenti dell’azienda, infatti, ha messo a disposizione il proprio tempo di lavoro e le proprie capacità professionali per dedicarsi ai ragazzi e ragazze dell’associazione con l’obiettivo di accompagnarli in simulazioni di un colloquio, condividendo con loro preziosi consigli per prepararsi al meglio ad accedere al mondo professionale. Inoltre, lo stabilimento di Capriata d’Orba (AL) ha ospitato nei propri spazi una classe di formazione insieme ad Associazione NEXT e con il supporto di Manpower composta da sette partecipanti e finalizzata all’inserimento lavorativo. Durante un’intera settimana, il sito produttivo ha aperto le proprie porte partecipando direttamente alle sessioni di formazione, grazie all’impegno dei responsabili dello stabilimento che si sono cimentati nel ruolo di insegnanti, conducendo vere e proprie lezioni frontali su temi quali sicurezza e qualità, da sempre al centro della strategia del Gruppo. Al termine di questa esperienza, cinque partecipanti hanno hanno ricevuto una offerta di lavoro a tempo determinato.

In questa sesta edizione del progetto ‘Welcome. Working for refugee integration’, l’UNHCR ha premiato 220 aziende che nel 2023 hanno attivato 11.770 percorsi di inserimento lavorativo per richiedenti asilo e rifugiati, sostenendo il loro processo d’integrazione in Italia.

Fonte: Horecanews.it