Theresianer: arriva il nuovo formato da mezzo litro

0
197

Nel 1766 l’imperatrice Maria Teresa D’Austria concede la prima licenza ad una fabbrica di birra in Italia, che si insedia nell’antico borgo Teresiano che della sovrana ha preso il nome. Un’avventura di sapienza e dedizione che Theresianer riprende oggi, oltre duecento anni dopo, nel suo stabilimento di Nervesa della Battaglia in provincia Treviso, un’eccellenza nel panorama brassicolo italiano e in qualche modo “la più piccola delle industrie birraie” in Italia.

L’attenzione di Theresianer alle più contemporanee esperienze della ristorazione porta al debutto del formato Mezzo Litro, raffinato e adatto al consumo nei migliori locali. Questa novità dimostra ancora una volta la capacità di Theresianer di precorrere e interpretare le tendenze più innovative del fuori casa.
Sono disponibili nel nuovo formato quattro Theresianer non filtrate: Premium Pils, Wit, India Pale Ale e Bock.
Il percorso gustativo di Theresianer Mezzo Litro si snoda attraverso queste diverse espressioni birrarie: PREMIUM PILS, birra dal gusto secco e con l’inconfondibile nota amara persistente ma delicatamente piacevole. WIT, fresca e dolce allo stesso tempo, dal sapore distintamente fruttato e i profumi di banana, pera e chiodi di garofano. INDIA PALE ALE, birra dall’amaro spiccato ma bilanciato, dal gusto deciso accompagnato da un profumo esplosivo di agrumi e fiori. BOCK, la bassa fermentazione che segue perfettamente lo stile tedesco che le dà il nome, ambrata carica, densa con un marcato carattere maltato.

Prosegue il racconto della nuova contemporaneità dell’universo Theresianer, dove gusto e qualità danno vita a birre distintive frutto della competenza e del sapiente utilizzo delle materie prime, da oggi contenute in un vestito e in un formato inedito dalla spiccata personalità.
La nuova versione Mezzo Litro amplia così l’offerta Theresianer che, mantenendo fede alla propria storica tradizione, prende una rotta contemporanea, approdando però sempre nel porto sicuro della qualità.

Fonte: Horecanews.it