Olio Essenziale di Stefania Calugi Tartufi protagonista a Cibus 2024

Realizzato con materie prime 100% italiane e naturali e con tartufo toscano, Olio Essenziale di Stefania Calugi Tartufi sarà protagonista al Cibus 2024.

0
263

Da martedì 7 a venerdì 10 maggio 2024, Stefania Calugi Tartufi partecipa alla 22° edizione di Cibus, il salone internazionale dell’alimentazione di Parma, dove presenta in anteprima “Essenziale”, un prodotto a base di olio extravergine di oliva e fette di Tartufo Nero Pregiato di prima qualità toscana che, con solo poche gocce, è in grado di donare autenticità e identità a qualsiasi piatto. Una new entry accompagnata anche da altre due novità di quest’anno: “Delizia”, il tartufo in versione dolce, e “Bianca”, salsa di tartufo bianco.

NOVITÀ

La prima volta non si scorda mai. Quest’anno, la tartufaia che l’azienda coltiva dal 2019 ha dato i suoi primi frutti, pochi ma molto profumati e degni di essere ricordati. Per questo Stefania Calugi li ha voluti immortalare in un nuovo prodotto: Essenziale, che “nasce dall’espressione di qualcosa di indispensabile che contiene l’essenza”. Un condimento classico, a base di olio extravergine d’oliva, ma che, grazie alle note aromatiche del Tartufo Nero Pregiato infuso, può fare la differenza e sorprendere amici e persone che si amano, donando un tocco magico ai pranzi e alle cene in compagnia.
Realizzato con materie prime 100% italiane e naturali e con tartufo toscano, si abbina perfettamente a qualsiasi piatto. È una limited edition, ne esistono infatti solo 500 esemplari, ognuno dei quali riporta la tracciabilità del suo tartufo infuso, con il nome del tartufaio e dei cani che lo hanno trovato.
Essenziale si presenta con un pack elegante e raffinato: ogni flacone in vetro, e quindi riciclabile e riutilizzabile, è accompagnato dalla sua pipetta contagocce, che ne facilita l’utilizzo, e all’interno di ogni scatola si trova il libretto esplicativo del prodotto che certifica il numero di bottiglia. Perfetto anche per un regalo. Il prodotto sarà presto disponibile sul sito Stefania Calugi Tartufi.
Stefania Calugi Tartufi porta a Cibus anche altre due novità di quest’anno. La prima, Delizia, è una polvere in cui il tartufo appare per la prima volta in versione dolce, unito al sapore della carruba, che ricorda quello del cacao. È un prodotto che rappresenta la zona in cui sorge l’azienda, grazie alla polvere color terracotta della carruba che si intreccia con i territori dalle tonalità rosso bruciato che fanno da sfondo alla Val d’Elsa.

E Bianca, la salsa con tartufo bianco e Parmigiano Reggiano DOP, che prende il suo nome da Bianca di Castiglia, regina di Francia, la cui vita riflette perfettamente la filosofia e i valori dell’azienda: l’amore per la famiglia, la voglia di fare e la determinazione per raggiungere traguardi importanti. Un prodotto dal sapore intenso ma gradevole, che diventa il re indiscusso del piatto ma senza togliere spazio agli altri sapori.
Allo stand B052, Padiglione 5, è possibile scoprire sia queste novità che le classiche linee di prodotti dell’azienda, come la Linea Chef, dedicata alle esigenze dei professionisti della cucina, la Linea Industria, semilavorati al tartufo per referenze uniche e personalizzate e la Linea Bio Tartufo, che coniuga il piacere del gusto con la disciplina del biologico.

Stefania Calugi Tartufi

Stefania Calugi Tartufi è una realtà quasi tutta al femminile che nasce nel 1987 fra le colline samminiatesi, uno dei territori italiani più importanti per la produzione di tartufo. Stefania Calugi, la sua fondatrice, che a soli 18 anni ha dato vita al primo laboratorio artigianale di soli 67m², grazie alla sua caparbietà, passione e dedizione, oggi è riuscita a costruire un’azienda di oltre 1500m², diventata un’eccellenza assoluta nella ricerca e trasformazione dei tartufi di alta qualità a livello internazionale, con export in oltre 40 Paesi del mondo. Il suo obiettivo è quello di insegnare e trasmettere l’amore per il buon cibo e per i classici sapori toscani rielaborati in chiave contemporanea, grazie alle linee dedicate sia al consumatore finale che alla ristorazione. L’azienda è certificata a livello internazionale come BRC e IFS e di prodotto come Made in Italy e HALAL.
L’azienda inoltre conta 30 ettari di tartufaie certificate Bio, dedicate in parte all’approvvigionamento dei tartufi freschi, che vengono spediti in 24/48 ore, e in parte alla trasformazione in prodotti con filiera corta. È proprio qui che nasce “La strada del tartufo”, un’esperienza immersiva che consente a turisti e appassionati di passeggiate nei boschi per scoprire a 360° il mondo affascinante del tartufo e della truffle hunter.

Fonte: Horecanews.it