FelsineoVeg Società Benefit e Verys insieme a Cibus 2024

0
228

Uno spazio espositivo condiviso per presentare tutti i benefici nutrizionali, il gusto e la versatilità in cucina che caratterizza gli alimenti a base vegetale. FelsineoVeg SB, pioniera nella produzione di affettati plant-based con la linea Good&Green, e Verys, specializzata in “formaggi vegetali” a base di riso germogliato, presenteranno un’offerta alimentare 100% vegetale e sostenibile all’edizione 2024 di Cibus.

Le due aziende uniranno le forze per presentare un’offerta completa che soddisferà le esigenze di un pubblico sempre più attento alla salute e all’ambiente.

I visitatori dello stand (Pad. 2 – Stand J071) potranno conoscere e assaggiare le suggestioni sensoriali che nascono dall’unione di due proposte alimentari vegetali, perfette per realizzare toast, sandwich e numerose altre ricette originali, ad elevato tenore proteico e sostenibili dal punto di vista ambientale.

“La partnership con Verys ci permette di presentare al mercato il valore di un’offerta vegetale integrata 100% Made in Italy – ha dichiarato Andrea Righi, Business Unit Director FelsineoVeg SBSiamo due realtà complementari che prestano grande attenzione alle attività di ricerca e innovazione, tenendo sempre saldo il focus sulla sostenibilità. Abbiamo scelto di illustrare la proposta plant-based integrata in modo originale, evidenziando ricette e suggerimenti di utilizzo per portare sulle tavole degli italiani una sinergia di qualità, dall’elevato valore nutrizionale, sana e gustosa. Cibus sarà, inoltre, l’occasione per far assaggiare la nostra linea di affettati plant-based e anticipare un’importante novità a marchio Good&Green che amplia la versatilità della nostra gamma vegetale Mopur”.

Siamo entusiasti di collaborare con FelsineoVeg“, ha dichiarato Francesco Vessio, Direttore di Verys.Entrambi crediamo nel potenziale del cibo vegetale per offrire ai consumatori un’alimentazione sana e sostenibile alla ricerca di prodotti vegetali gustosi e nutrienti. Questa collaborazione vuole soddisfare la crescente domanda di prodotti plant-based”.

Fonte: Horecanews.it