Adèle, l’esclusivo sky bar della Capitale sul rooftop dell’Hotel Splendide Royal

0
230

Adèle, gioiello di accoglienza e intrattenimento, dedicato al bere miscelato e all’arte del bien vivre, luogo di destinazione di locals e stranieri, posto all’ottavo piano del lussuoso Hotel Splendide Royal, compie tre anni e lo fa con grande raffinatezza.

Il progetto del rooftop è stato parte di un ben più grande intervento di ampliamento e riqualificazione dell’intero hotel grazie alla ristrutturazione a cura dello studio di architettura Giammetta & Giammetta che ha interessato più piani e che ha visto anche l’inaugurazione di una nuova ala dell’albergo, lo Splendide Boutique (16 suite extra lusso arredate da artigiani italiani) e il restyling della nuova hall. È stato ideato come risposta al desiderio di offrire alla clientela un salotto en plein air esclusivo, che offrisse uno sguardo senza eguali sulla grande bellezza di Roma, un’isola in cui il caos metropolitano svanisce e rimangono solo le immagini di un film la cui colonna sonora si compone di musica e voci. Grazie a un sistema di moderne vetrate Adèle, nata come terrazza estiva, diviene oggi un luogo aperto tutto l’anno: un caldo e accogliente salotto d’inverno e un’oasi di gioia e spensieratezza carezzati dal dolce ponentino, d’estate. Le linee moderne e contemporanee si fondono con i materiali utilizzati, a offrire un nuovo dialogo di design. Forme, colori e luci soffuse si alternano in un gioco di ombre con le sedute, i tavoli e il grande bancone bar a creare un’atmosfera avvolgente. Adèle è, dunque, un salotto sospeso tra cielo e terra, da vivere dall’happy hour fino a notte inoltrata. Regista di accoglienza, ideatore di atmosfere romantiche, ma anche di serate e feste a tema condotte con briosa e contagiosa energia, è il direttore Gianmarco Panico. Per lui, sin da giovanissimo, lo Splendide Royal ha rappresentato una seconda famiglia. Formatosi sotto la magistrale guida di Bruno Borghesi al ristorante Mirabelle, vincitore nel 2019, a soli 24 anni, del concorso Emergente Sala organizzato da Luigi Cremona, è approdato alla direzione di Adèle portando una ventata di rinnovata eleganza. Il suo sorriso contagioso si affianca a una mente vulcanica in grado di trasformare questo luogo nel palco di un teatro pronto ad andare in scena ogni sera. “Devo molto a questo luogo e alla proprietà che mi ha dato fiducia e modo di esprimere quel concetto di accoglienza che il maestro Borghesi mi ha insegnato. Credo nel lavoro di squadra e non negli assolo. Ogni collaboratore è imprescindibile per la buona riuscita delle nostre giornate. L’organizzazione del lavoro basata sulla condivisione della responsabilità è ciò che fa sentire ognuno di noi essenziale affinché l’ospite si senta unico ed esclusivo. Tutto funziona come un prezioso meccanismo per regalare esperienze sempre diverse”. Panico ha infatti consolidato la reputazione di Adèle non solo per la sua bellezza e l’unicità della sua vista, ma anche per la capacità di rendere questa destinazione ogni volta memorabile.

CONCEPT

Carisma, eleganza, dettaglio, passione e umiltà sono i cardini su cui Panico ha lavorato per costruire l’offerta di Adèle. La terrazza è diventata il place to be non solo per i romani ma per tutti coloro che, trovandosi a Roma, vogliano concedersi un drink, un aperitivo o una cena informale davanti a un tramonto mozzafiato o sotto le stelle, ammirando le mille luci di Roma di notte.
Se invece il desiderio è quello di una serata in musica, ecco i Dj Set di Anna Fondi, che dal venerdì alla domenica con classe ed eleganza compone la colonna sonora di Adèle.
L’estro di Panico può contare su un validissimo compagno di squadra, il bar manager Giovanni Faedda. Figura storica anch’egli del Mirabelle è autore della drink list, divertente e mai scontata, che gioca con la miscelazione per stupire con drink inediti. Un omaggio al nuovo nato in casa Hendrick’s, il Gran Cabaret, è il Moulin Rouge. Le note di pesca e albicocca di questo nuovo gin giocano con quelle dolci e affumicate dell’Ardberg, il tutto rinfrescato dalla acidità amarognola del lime e del pompelmo. Alla fioritura dei ciliegi in Giappone è dedicato Hanamy, un cocktail a base vodka con chiari richiami alle marasche del Luxardo, ammansite dalle aromaticità dolciastre del Galliano e del Peychaud bitter. Stile americano per simulare una colazione yankee con burro di arachidi e cannella nel Kentucky Breakfast a base di Bulleit Bourbon Whiskey. Un pensiero alla clientela proveniente da ogni parte del mondo, è quello alla base del drink Around the world: Vodka Stoli dai paesi dell’est, Pisco dal Perù, St. Germain dalla Francia, Cordiale alla fragola italiano, Yuzu giapponese e sciroppo di pepe giamaicano per un viaggio a tutto tondo.

Ma Adèle è anche la destinazione di coloro che amano la grande miscelazione unita a una proposta culinaria sfiziosa e divertente. L’Executive chef Stefano Marzetti diventa un complice appassionato ed eclettico, pronto ad accompagnare i cocktail proposti sulla terrazza con una snellita e rivisitata proposta di cucina che rispecchia la filosofia di stagionalità ed eccellenza della materia prima made in Italy perseguita al ristorante Mirabelle. Una sorta di preview sulla cucina del ristorante dello Splendide Royal e allo stesso tempo un modo informale di concedersi un vero e proprio lusso.

Gianmarco Panico e Giovanni Faedda 

ADÈLE FULL EXPERIENCE

Ciò che rende imperdibile l’appuntamento con questa terrazza è l’unicità della sua offerta in grado di proporre mood e atmosfere sempre nuove anticipando mode e tendenze. La sorpresa più intrigante dell’offerta di Adèle è la Adèle Full Experience. “Abbiamo voluto creare qualcosa di nuovo per la Capitale.” – dice Panico – “Non il solito drink pairing studiato per esaltare i piatti ma un’offerta che renda l’ospite protagonista. Il cliente è al centro della scena e viene formato, attraverso una masterclass privata, per divenire il Master Barman della serata.” Questa è l’innovativa proposta di Adèle , masterclass dedicate alla mixology che vanno in scena ogni giorno per avvicinare appassionati e curiosi al mondo della miscelazione che, sotto la guida del bartender Giovanni Faedda, possono terminare l’experience con la realizzazione del proprio inedito cocktail.  Seduti a uno dei tavoli panoramici dello skybar, gli ospiti hanno l’opportunità non solo di imparare ma anche di mettere in pratica le loro abilità nella creazione di drink unici, utilizzando attrezzature tecniche all’avanguardia e una postazione da bartender dedicata. Ogni giorno è diverso, modulato sui gusti dei clienti, e si realizzano tre miscelazioni abbinate a tre piatti ideati dall’executive chef Stefano Marzetti.

Fonte: Horecanews.it